Incentivi

Qui sotto trovate alcune informazioni utili per comprendere quali interventi si possano detrarre. In generale si può detrarre sia la sostituzione della caldaia che dei climatizzatori, purchè soddisfino il criterio di miglioramento dell'impianto anche in termini di risparmio energetico.

Per poter usufruire di queste detrazioni è importante installare prodotti certificati e affidarsi ad esperti qualificati che rilascino la dichiarazione di conformità alla regola d'arte.

"Detrazioni Fiscali - proroga al 31/12/2014":

  • RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA, 50% in 10 anni;
  • CALDAIA, sostituzione o riparazione con innovazioni;
  • CONDIZIONATORI - CALORIFERI, sostituzione con altri anche di diversa tipologia o installazione di singoli elementi se con lo scopo di risparmiare energia;
  • IMPIANTO RISCALDAMENTO AUTONOMO, nuovo impianto senza opere di edilizia conforme al dm 37/2008, oppure nuovo impianto con opere edilizie esterne per riscaldamento o ventilazione.

Per quanto riguarda riparazioni con ammodernamenti ed innovazioni, invece, abbiamo:

  • RISPARMIO ENERGETICO, 65% in 10 anni e v alido solo per la sostituzione dell’impianto preesistente ed installazione di quello nuovo;
  • CALDAIA, sostituzione impianti di climatizzazione invernale con caldaia a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione (valvole termostatiche);
  • CONDIZIONATORI, sostituzione impianto di riscaldamento con pompa di calore ad alta efficienza (climatizzatori con coefficiente di prestazione [cop] e indice di efficienza energetica [eer] almeno pari ai valori minimi indicati nell’allegato ministeriale “h”); entro 90 gg dalla fine dei lavori va fatta comunicazione all’enea allegando l’asseverazione circa gli interventi effettuati.

L’asseverazione per impianti di potenza inferiore a 100 kw deve specificare che:

  1. sono stati installati generatori di calore a condensazione con rendimento termico utile maggiore o uguale a 93+2 log pn;
  2. sono state installate valvole termostatiche a bassa inerzia termica su tutti i corpi scaldanti

In questi casi si può sostituire con una certificazione dei produttori delle caldaie e delle valvole termostatiche che attesti il rispetto dei medesimi requisiti.

Per poter usufruire della detrazione fiscale va emessa fattura che deve essere saldata a mezzo bonifico bancario che deve avere una specifica causale (ristrutturazione edilizia o risparmio energetico) in quanto la banca provvede in automatico ad effettuare una ritenuta d’acconto.

Share by: